Vedere e vivere la Terra con occhi più consapevoli

Amare
la
Terra


“Quando vediamo veramente che la Terra fa parte di noi, vediamo qualcosa di straordinario.
La Terra è viva.
Noi siamo una manifestazione vivente e pulsante di questo bellissimo e generoso pianeta. Quando vediamo tutto ciò, trasformiamo il nostro rapporto con la Terra.
Cammineremo in modo diverso su questo pianeta, ce ne prenderemo cura in modo diverso, ci innamoreremo perdutamente della Terra”.

Thich Nhat Hanh

Pubblicità

Entra in sintonia con la Natura, è parte di te

Namasté,

in questo spazio web dedicato alla Meditazione e allo Shinrin Yoku, ho già avuto modo di parlare del Romanzo “Un’altra Vita in Provenza”.


Un libro in cui vi sono numerosi riferimenti alla pratica meditativa e alla fine è inclusa un’Appendice inerente “10 Lezioni di Mindfulness” che la protagonista, Sofia, ha appreso tra ombre e luce, proprio in Provenza grazie alle vicende narrate nella storia.

Nel libro ci sono diversi passi in cui risulta centrale la Natura che, in effetti, può essere considerata un “personaggio” del Romanzo.

Una delle 10 Lezioni di Mindfulness apprese da Sofia è la seguente:

Entra in sintonia con la Natura, rispettala, senti che è parte di te.

Entra in sintonia con la Natura, rispettala, senti che è parte di te

A questo proposito, condivido questo breve estratto dal Romanzo:

Decido di fermarmi sotto un grande tiglio. Appoggio la borsa a terra e mi siedo nella postura a gambe incrociate. Chiudo gli occhi e cerco di non pensare a nulla. Voglio vivere il momento presente, ascoltando la voce e le vibrazioni di questo luogo. La mia mente si ridesta attraverso i sensi. Percepisco i profumi del sottobosco. Mi sento immersa nei suoni della natura. Un leggero vento fa danzare i rami del tiglio sotto cui mi trovo. Non so dire quanto tempo stia passando. L’unica certezza è che avverto una profonda calma. Il presente è questo. Rimango in simbiosi con la terra che mi sostiene e con l’aria che mi accarezza.


Trasformarsi nel nostro vero sé

“Siamo prigionieri del nostro piccolo sé e ci preoccupiamo solo di creare ogni possibile comodità per quel piccolo sé, distruggendo nel contempo il nostro sé più grande.
Se vogliamo cambiare la situazione dobbiamo iniziare trasformandoci nel nostro vero sé. Per diventare il nostro vero sé siamo tenuti a essere la foresta, il fiume e la fascia di ozono.
Se ci immaginiamo come foresta, facciamo esperienza delle speranze e delle paure degli alberi.
Se non lo facciamo la foresta morirà e avremo perso ogni speranza di pace”.
 
*Thich Nhat Hanh
 

Natura e/è Vita

L’ambiente, che sia bosco o villaggio, vallata o collina, è abbellito quando vi abita il giusto genere di persone. Dovrebbe esserci un perfetto equilibrio tra la gente che vive in un luogo e il luogo stesso.

Ciò si consegue quando le persone vivono CON LA NATURA senza disturbare la flora e la fauna; SENZA SPEZZARE O FERIRE IL RITMO DELLA VITA. […]

La compassione pone il fondamento per una visione equilibrata del mondo intero e dell’ambiente in cui viviamo.

Solo esercitando una COMPASSIONE AMOREVOLE verso ogni cosa, un essere umano può perfezionare se stesso e diventare una persona che apprezza e sostiene LA VITA.

A.T. Ariyaratne